Il percorso

 
La lavorazione artigianale del feltro
Sosta n. 10
>> Tornando indietro si trova la casa di Erna Marsoner Huber , che fa rivivere una antica tradizione …

Da sempre la lana di pecora è una materia prima preziosa. Con la sua proprietà termoregolatrice protegge dal caldo, dal freddo, dall’umidità e dal vento. Il processo per arrivare al prodotto finito, il feltro si articola attraverso quattro fasi:
  • la preparazione della lana
  • la feltratura
  • la follatura
  • la modellatura.
La lana disposta su una superficie viene inumidita con acqua calda saponata, che la rende morbida e flessibile. La massa lanosa, inizialmente delicata e pastosa, si rinforza imprimendo con le mani pressione e movimento e diventa un feltro fitto e compatto. La procedura, che consiste nell’arrotolare, battere e pressare, si chiama “follatura” e determina la compattazione delle singole fibre di lana. Concluso il procedimento di feltratura, si risciacqua la soluzione saponata e si lascia asciugare.
Mostra su mappa
Suggerimento: Il loden era utilizzato dai contadini di montagna principalmente per proteggersi dal freddo. Una visita al museo del Loden a Vandoies permetterà di scoprire molte altre curiosità.